Prefazione - Amare la Riparazione - Suor M. Chiara Adamo - Suor Maria Alfonsa di Gesù Bambino Ancella Riparatrice

Prefazione – Amare la Riparazione – Suor M. Chiara Adamo

Mi ha piacevolmente sorpreso l’iniziativa degli Amici di Suor Maria Alfonsa, del loro presidente Antonino La Greca e di Fra Tonino Bono, loro assistente, di pubblicare il libretto “Amare la Riparazione”, in coincidenza con il 70° anniversario della nascita al Cielo del Fondatore della Famiglia Riparatrice. Questi il 15 ottobre del 1952 lasciava questa vita terrena con alcuni desideri non realizzati come la fondazione dei Messi di Maria e il ritorno a Messina tra le sue figlie. Tutta materia che gli sarà servita come offerta sacrificale al Sacro Cuore immensamente amato. Era divenuto infatti uomo completamente distaccato dalle cose terrene, anche dai beni spirituali, fiducioso nelle mani di Dio, impegnato solo ad adorare le divine disposizioni.

E’ il suo abbandono al divino Volere, la sua pace interiore, la serenità in ogni evento della vita, che vorremmo imitare ed ereditare dal nostro Fondatore che, seguendo le orme di Gesù, ci traccia un cammino spirituale attualissimo.
E’ vero, viviamo, dopo oltre 100 anni dalla fondazione dell’Opera della Riparazione, in circostanze, situazioni storico-sociali e spirituali molto diverse. Cambiano i tempi, ma il carisma da incarnare è lo stesso: tocca a noi scoprire le modalità adatte per viverlo nel mondo di oggi.

Il carisma della Riparazione dai tempi dell’apostolo Giovanni che durante l’ultima cena poggiò il capo sul petto di Gesù, si alimenta sempre ascoltando i battiti del Cuore del Redentore tradito e modellando i propri sentimenti, pensieri, convincimenti, azioni, comportamenti a quelli del Riparatore.
Secondo i Vangeli, ai piedi della croce troviamo solo Giovanni con la Madre di Gesù e Maria Maddalena. Poche persone! Capire il significato della croce che Gesù, se avesse voluto, avrebbe potuto evitare, è come la salita di un’alta vetta, che una figlia del Celona, sr. M. Alfonsa Bruno, ha saputo scalare.
Il titolo di questo libretto “Amare la Riparazione” coincide con la mia affettuosa esortazione e il mio augurio per quanti lo leggeranno: Amiamo la riparazione, perché amarla è camminare per le vie della salvezza eterna.

La nostra e la salvezza dei peccatori, (cioè di tutti, perché tutti abbiamo peccato non solo in Adamo, ma anche in proprio), dipende dalla riparazione operata da Gesù, ma richiede la nostra collaborazione, come ci insegna S. Agostino: “Chi ti ha creato senza di te, non ti salverà senza di te“. Questa collaborazione con Gesù non è poi così difficile, come Lui stesso ci assicura: “Il mio giogo è dolce e il mio peso leggero” (Mt, 11,30). E a Gesù che parla di dolcezza e di leggerezza, fa eco il Padre della Chiesa, S. Agostino: “Ama e fa quel che vuoi”, perché “l’amore è riparazione e la riparazione è amore” (P. Celona).

Al Venerabile Mons. A. Celona (come ai santi votati alla riparazione, da S. Giovanni, il discepolo che Gesù amava a sr. M. Alfonsa), possiamo rivolgerci certamente per ogni necessità, perché interceda presso il Cuore del Figlio di Dio. Certamente al nostro Fondatore farà piacere esaudirci, perché un miracolo darà alla Chiesa modo di annoverarlo tra i Beati per nostro incoraggiamento spirituale e nostra gioia.

Sr. M. Chiara Adamo
Superiora Generale delle Ancelle Riparatrici
del SS. Cuore di Gesù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi