Prefazione “Petali di fiore 4”

  •   
  •   
  •  
  •  
frà Tonino B. Bono ofm

Prefazione “Petali di fiore 4 – Pensieri e citazioni di Suor Maria Alfonsa” a cura di frà Tonino B. Bono ofm

L’amicizia spirituale produce sempre buoni frutti e senz’altro uno di questi è il presente testo, dedicato alla Serva di Dio Suor Maria Alfonsa. Per tale motivo, come prima cosa voglio ringraziare di cuore il curatore Giuseppe Di Bernardo, che nella sua attività di approfondimento teologico ha voluto dare uno spazio alla Serva di Dio. Giuseppe è espressione della Comunità Maria di Nazareth di Messina, una piccola e bella “famiglia”, che da sempre mi sono trovato vicino nella mia attività di vice postulatore. 

E’ strano pensare come due realtà fondamentalmente distanti e diverse tra loro abbiano potuto, per le incredibili vie provvidenziali di Dio, servirsi l’una dell’altra ed abbiano incrociato la stessa strada, per camminare insieme. 

Parlo del rapporto spirituale che lega la comunità Maria di Nazareth alla Serva di Dio Sr Maria Alfonsa, donna e testimone “mandata da Dio”, che in punta di piedi è divenuta per alcuni aspetti parte integrante del vostro cammino di fede. 

Certamente il Signore ha sfruttato la grande amicizia che mi lega ai membri della comunità Maria di Nazareth. Certamente il buon Dio aveva un progetto. 

Dalla morte di Sr Alfonsa la comunità ha da subito messo a servizio della Serva di Dio i propri talenti, animando numerose celebrazioni liturgiche in occasione di anniversari e grandi ricorrenze, e gestendo con professionalità ed amore il servizio d’ordine all’interno delle stesse. 

Inoltre la comunità, che nel suo statuto e negli orientamenti di vita fa menzione del legame spirituale tra la Serva di Dio e la comunità, da alcuni anni vive tempi di adorazione e di preghiera di intercessione nella Casa Madre delle Ancelle Riparatrici. 

Questo fruttuoso sodalizio spirituale ci aiuta a comprendere meglio la dimensione universale della Chiesa e ci ricorda come la santità sia un dono per tutta la Chiesa e non per i singoli. Inoltre testimonia come la vita e l’esperienza di Suor Alfonsa si siano pienamente inserite nel tessuto ecclesiale e sociale della nostra città. 

La forza della sua testimonianza ha sconfitto ed abbattuto ogni sorta di barriera, fisica e strutturale, raggiungendo vicini e lontani. Segno evidente che la sofferenza non è un limite, non ci impedisce l’annuncio del Vangelo, non ci fa cristiani di serie B, anzi al contrario, se essa è accolta e offerta al Signore e con Lui vissuta, la sofferenza eleva l’anima ad uno stato di intimità divina, che oltrepassa l’umano per recare il trascendente nella storia dell’uomo.

Carissimi amici della comunità Maria di Nazareth, la serva di Dio che tanto amate vi insegna questo: che nel carisma della consolazione tipico della vostra vocazione comunitaria e nella corrente di grazia del Rinnovamento nello Spirito Santo  siete chiamati a riparare. Siete chiamati a vivere l’amore sincero ed autentico, un amore umile che si apre alla speranza di chi sa che un giorno ci saranno “cieli nuovi e terra nuova” (cfr 2 Pt 3,13).

Ai luoghi dell’eterno siete chiamati ed in questi luoghi avete il dovere di condurre quanti il Signore metterà sul vostro cammino. Fatelo offrendo tutto di voi stessi a Lui, fatelo vivendo con Lui, per Lui ed in Lui. 

Suor Alfonsa vi è vicina e dal Cielo intercede per voi, perché sorretti dalla Parola e nutriti dalla Eucarestia possiate presto farvi santi e giungere così alla beatitudine eterna.

Vi benedico e vi abbraccio fraternamente. 

Messina, 2010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi