Introduzione al libro “Credo al dolore offerto con amore”

  •   
  •   
  •  
  •  
frà Tonino B. Bono ofm
Introduzione al libro “Credo al dolore offerto con amore” a cura di frà Tonino B. Bono ofm

Sono lieto di offrire ai lettori questa breve introduzione del lavoro del carissimo e stimatissimo Don Raimondo Frattallone, SDB, sulla Serva di Dio suor Maria Alfonsa di Gesù Bambino “Credo al dolore offerto con amore”. Questo nuovo testo che il nostro Autore ci offre si colloca mentre sono in atto le celebrazioni del centenario di fondazione della Congregazione delle Suore Ancelle Riparatrici del Sacratissimo Cuore di Gesù di Messina, avvenuta ad opera dell’insigne canonico, il Venerabile Monsignor Antonino Celona il 2 Febbraio 1918. Durante quel periodo storico molto travagliato e segnato da povertà materiale, morale e spirituale, causate dal terribile terremoto e maremoto del 1908, egli si sentì chiamato a collaborare nell’opera di salvezza, risanando le profonde piaghe inflitte dal cataclisma attraverso l’impegno spirituale, caritativo ed educativo. 

L’Autore di questa agile ed incisiva biografia ha il merito di presentare una ricca e profonda visione della personalità, umana e spirituale, di suor Alfonsa, la quale, nella nostra Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela, foriera di santità, si è distinta per una luminosa testimonianza di vita evangelica e religiosa e per un chiaro cammino di santità. Nella sua breve vita “crocifissa”, la SdD, ha saputo emulare con gioiosa determinazione la spiritualità del suo padre fondatore ed incarnare con originalità e costante impegno l’ispirazione carismatica della santa riparazione. La forza della sua testimonianza ha sconfitto ed abbattuto ogni sorta di barriera, fisica e strutturale, raggiungendo vicini e lontani. Segno evidente che la sofferenza non è un limite e non le ha impedito l’annuncio del Vangelo, anzi essa è stata accolta come un “dono” ed una “offerta” al Signore che l’ha guidata ad una elevazione dell’anima e ad una profonda intimità divina. 

L’Autore nel presentare i suoi tratti umani la descrive sempre uguale a se stessa, affabile e signorile, esempio di dignità umana suscitando negli altri per la sua amabilità disarmante una forte simpatia. In seguito dopo aver conosciuto ed apprezzato il carisma di Antonino Celona il suo cammino umano si arricchì ulteriormente tanto da sublimare le sue qualità umane. Si può bene affermare di lei che era nata per fare l’ancella riparatrice. Al solo vederla veniva spontaneo dire: “Ecco una vera consacrata”. Retta, umile e generosa, la SdD, ha realizzato in se stessa una sintesi armonica dei valori umani e cristiani perché ha diretto il suo sguardo a Colui che è stato trafitto ed allo Spirito di Dio che invita all’amore ed alla pace. 

L’Autore con procedimento graduale riesce ad evidenziare il segreto di questa sua vita: era la fedeltà a Cristo Riparatore, Sposo della sua anima, che la spingeva ad amare la Chiesa e l’umanità e ad offrire per amore i suoi molteplici dolori in spirito di riparazione e di gioiosa oblazione. In forza di questo suo carisma personale, si sentiva chiamata a risanare i segni devastanti del peccato attraverso la preghiera e l’ascolto dei numerosi fedeli che ricorrevano a lei ed ai suoi illuminanti e saggi consigli. 

Nella sua vita spirituale, sostenuta dalla forza dello Spirito di Dio, suor M. Alfonsa evidenzia il dono ricevuto dal Cristo della partecipazione della partecipazione al Suo sacrificio redentore, il carisma cioè di unirsi a Lui e prolungare nel tempo la Sua riparazione nei confronti dei mali che gravavano sull’umanità. Per la SdD, infatti, il dono-carisma della santa riparazione ha rappresentato non un semplice impegno occasionale e temporaneo, ma il vero principio dinamico spirituale che ha caratterizzato l’intera sua esistenza ed il suo cammino verso la comune vocazione alla santità. 

Il suo esempio, la sua coerenza ed i suoi insegnamenti ci incoraggino e ci stimolino a proseguire il nostro cammino cristiano, vocazionale e missionario, senza esitazioni o paure, certi di avere come compagna di viaggio suor Alfonsa, “maestra” di vita spirituale, piccola “martire” d’amore, “testimone” della grazia divina ed “efficace” mediatrice di doni spirituali e temporali. Dal Cielo guidi tutti alla Sorgente della vita. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi