Premessa al libro “La cattedra a rotelle”

  •   
  •   
  •  
  •  
Premessa al libro “La cattedra a rotelle” a cura di Umberto Castagna

I momenti vitali, nei quali si può scandire l’esistenza di suor Maria Alfonsa Bruno, non sono molti, e gli episodi importanti sono in realtà semplici e scarni.

Non è difficile farne uno schema: una famiglia modesta della prima metà del Novecento, una ragazza dai sogni comuni a quelli di molte sue coetanee, una giovane suora che accarezza progetti di conversione delle anime a Cristo, una missionaria ferita quasi subito nei suoi ideali da una malattia invalidante, e circa venticinque anni di progressiva immobilità su di una sedia a rotelle. 

Dov’è il materiale per una biografia stimolante, ricca di colpi di scena, da scrivere con passione e da leggere divorandola?

Dietro quello schema ridotto e quasi deludente, suor Maria Alfonsa Bruno è, invece, una protagonista della vita, una rocciatrice infaticabile di vette sempre più alte, un’anima capace di affascinare innumerevoli altre anime. Una creatura che, ancora oggi, è portatrice di un suo messaggio, che sorprende, incanta, guida a Dio ed alle cime che lo ospitano.

Presto, dopo essere stato incaricato di scrivere la vita di suor Maria Alfonsa, molto presto, mi sono reso conto che l’impresa non era facile. Presto ho capito che una creatura privilegiata come lei deve essere studiata a fondo per essere veramente compresa, che la sua grandezza spirituale – sconfinante nella mistica – sta anche nel suo pensiero. Il suo pensiero, sì, che è contenuto in lettere e diari all’apparenza ingenui e privi di eleganza formale, ma che, insieme alla sua esperienza esistenziale, tocca e scandaglia il mistero della croce e della redenzione, di Maria e della sua maternità divina, dell’amore e del dolore, delle profondità della preghiera e dell’intimità con Dio. 

E tuttavia, poiché è urgente la pubblicazione di una biografia di suor Maria Alfonsa Bruno – dal momento che i libri che già parlano di lei si sono piuttosto soffermati sul segreto della sua vita, più che sulla narrazione della vita stessa – sono sceso a patti con me stesso e con coloro che mi hanno chiesto di scriverla. 

Intanto, subito: una vita breve, semplice, un suo ritratto a grandi pennellate, da offrire come un’istantanea che l’avesse colta nella sua schietta umanità e nell’immediatezza del suo amore per Gesù e per le anime. 

In tempi più lunghi, poi, scanditi da studi più severi, da una ricostruzione critica e diligente di ogni suo scritto, dal confronto di ogni testimonianza su di lei, e il tutto sottolineato da annotazioni che consentano anche ai lettori più esigenti di seguire l’itinerario della vita e della crescita spirituale di quest’anima eccezionale, una biografia, insomma, <<grande>> e rigorosa. 

Non si cerchino, dunque, in queste pagine, le note critiche, le citazioni dotte e i riferimenti eruditi. Tutto ciò è stato volutamente evitato, e le sue stesse parole riferite con semplicità, come uscite in quel momento dalle sue labbra, senza chiedersi se qui c’era una virgola e là un apostrofo, per suggerirne invece la magica dolcezza e il suo sorriso.

Se, come spero, il Signore mi accostarmi al mistero della vita crocifissa e dell’amore sconfinato e puro di suor Maria Alfonsa Bruno, questo si cerchi con schiettezza ed umiltà, come con immensa umiltà io mi sono posto in ascolto delle risonanze della sua preziosa anima.

Messina, 2005

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi