Premessa - Amare la Riparazione - Antonino La Greca - Suor Maria Alfonsa di Gesù Bambino Ancella Riparatrice

Premessa – Amare la Riparazione – Antonino La Greca

Può sembrare anacronistico un libretto dal titolo “Amare la Riparazione”, oggi che la Chiesa abbraccia con speranza l’immagine di Gesù Misericordioso dal cui cuore trafitto escono i raggi che ci riavvicinano al Padre. Ma la Riparazione, così come l’immagine alla quale essa si lega ovvero il Sacratissimo Cuore di Gesù, non è stata accantonata né è mai passata di moda. Essa, in realtà, è di un’attualità estrema soprattutto per il delicatissimo periodo storico che stiamo vivendo.
Alla riparazione invita incessantemente Maria Santissima che, già nelle apparizioni a Fatima, esorta al dono di sé “in atto di riparazione dei peccati con i quali Dio viene offeso”, per poi chiedere la devozione dei primi sabati al suo Cuore Immacolato – indicata nell’apparizione di luglio – come uno dei mezzi di riparazione. La preghiera, alla quale si accompagna la riparazione, assume un’importanza fondamentale ed è proprio a questo connubio che la Mamma Celeste fa riferimento quando chiede preghiera, digiuno e sacrificio.
Oh, com’è difficile comprendere l’enorme valore salvifico della riparazione per l’umanità intera. Mons. Celona per dono dello Spirito Santo ha riconosciuto la preziosità e la responsabilità della preghiera riparatrice e, successivamente, tale tesoro è stato pienamente abbracciato da Suor Alfonsa che si era fatta “Vittima Riparatrice” ben intuendo l’enorme canale di grazie che, con la sua offerta oblativa, attirava sulla terra e sulle anime.
Oggi abbracciare questo carisma è ricordare che Cristo è sempre con noi e ci sta chiedendo di aiutarlo, lì sulla croce, per arginare quel male che sembra riesca ad attirare a sé molte più anime portando scoraggiamento, odio, violenza.
Per liberarci da tutto dobbiamo tornare alle nostre radici e per farlo partire dai piedi della croce, dalla contemplazione di quel cuore che Ama e che ha dato origine alla Chiesa alla quale apparteniamo. E per tornare a ciò, per essere pietre vive nella Chiesa, questo libretto ci viene in prezioso aiuto. Esso, riprendendo brillantemente quella che è la Riparazione intuita e vissuta dal Ven. Mons. Celona e della SdD Suor Maria Alfonsa, letta attraverso la Chiesa dai nostri ultimi pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, si propone di offrire una serie di novene e preghiere efficacissime per poi culminare nella Consacrazione ai Cuori di Gesù e Maria.
Nel discorso al Congresso Mondiale dei Segretari Nazionali dell’apostolato della preghiera (02.04.1985), papa Giovanni Paolo II ricordava l’invito fatto ai fedeli ad aderire totalmente a Cristo, redentore dell’uomo e del mondo, per poi specificare come si realizza tale intima unione a Cristo Redentore: “…mediante l’offerta della propria vita unita e vissuta con il cuore di Cristo come consacrazione totale al suo amore e in riparazione ai peccati del mondo, per mezzo del Cuore Immacolato di Maria Santissima…”. Anche papa Benedetto XVI indica come aderire al mistero salvifico: “Questo è il senso della riparazione. Il plus del Signore è per noi una chiamata a metterci dalla sua parte, ad entrare in questo grande plus dell’amore e a renderlo presente” (Benedetto XVI al clero di Roma, 2007).
Certi di essere incoraggiati e guidati dalla testimonianza piena del Venerabile Mons. Celona e della Serva di Dio Suor Maria Alfonsa, continuiamo con fiducia il nostro cammino terreno, più o meno in salita ma comunque mai pianeggiante. Sta a noi non sprecarne le difficoltà convogliandole nella preghiera per poter, così, essere apostoli autentici ed imitatori del Cristo.
Buon cammino di santità a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi