Presentazione del libro “La sofferenza trasfigurata nella croce”

  •   
  •   
  •  
  •  
Presentazione del libro “La sofferenza trasfigurata nella croce” a cura di Sr. Antonella Gulino (Superiora Generale dell’Istituto Ancelle Riparatrici)

Chi, come me, ha conosciuto sr. M. Alfonsa Bruno di Gesù Bambino e avrà il bene di trovarsi davanti a questo nuovo libro di Don Raimondo Frattallone, SDB: “La sofferenza trasfigurata nella Croce”, non solo potrà riconoscere l’abilità dell’autore, il quale, a partire dal titolo, riesce ad annunciare l’inconfondibile messaggio della Croce, ma potrà anche sperimentare la gioia che deriva dal dialogo con una persona virtualmente presente e che racconta, con naturalezza, la esclusività del dono ricevuto e donato dal ed al suo Signore. 

Sono pagine di lettura semplice, scorrevole, incisiva per la qualità del discorso che, pur aiutato dalla scorrevole penna dell’Autore, sr. M. Alfonsa riesce a sostenere con autorevolezza. Pare che Dio, questa pianta, l’abbia piantata, curata e configurata al Suo soffrire. 

Se il lettore è attento ed ha gusto per le cose di Dio, da queste pagine, senza troppa fatica, evincerà che si tratta di un raro fiore di serra che può essere ammirato da tutti, ma che è fiorito, esclusivamente per Dio. 

Quello di sr. Maria Alfonsa di Gesù Bambino è, infatti, un iter tutto in ascesa: dall’impegno di vita cristiana al graduale cammino verso la consacrazione religiosa riparatrice, vissuta in Gesù, con Gesù e per Gesù, a largo respiro di Chiesa ed in prospettiva missionaria, nell’accoglienza di quel patire, per amore, tutte le sofferenze atroci che il buon Dio le ha fatto sperimentare per il bene di molti fratelli. 

Queste pagine pregne di morte e di vita, degnamente elaborate da Don Raimondo Frattallone, SDB, oggi, la Congregazione delle Ancelle Riparatrici le presenta alla Chiesa perché un discernimento sia fatto sulle già note virtù della consorella sr. Maria Alfonsa di Gesù Bambino e da tutti si colga il tipico splendore di una luce riflessa che aiuta ad evidenziare quella propria di Dio, a tutte le genti cui è destinato il Vangelo. 

Messina, 21 Novembre 1999

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi